Santi subito! (A weekend in Paradise)

15/09/2013

Santi subito! (A weekend in Paradise)

 

All'epoca non avevo ancora un mio food blog per raccontarvi di Poggio Ai Santi ma mi ero ripromessa di dedicargli uno dei primi post ne “La Reflex nel Piatto”. Sarò sempre grata a Barbara Torresan e Rocco Paladino per aver fatto conoscere a me e alle altre food blogger questo splendido agriturismo dove è possibile immergere i sensi in una serena e gioiosa bellezza e riprendere contatto con le cose semplici e vere della vita. Quelle che tendiamo a perdere di vista. O che non abbiamo mai avuto la fortuna di conoscere.
 
Quel sabato di metà aprile il viaggio in treno da Roma a San Vincenzo (quasi due ore di ritardo, il vagone pieno di persone infuriate - e io non ero da meno) mi aveva stremata.
 
Gli ultimi mesi in città erano stati pesanti. Notti insonni. Mai un minuto per riposare. Giunta in stazione ormai dopo l'ora di pranzo, trascinavo ormai il trolley e il mio fedele Manfrotto come un maratoneta con gli occhi vitrei fissi sul traguardo. Le altre food blogger, Barbara e Rocco erano già sul posto da un pezzo. Mi ero persa la parte iniziale dell'incontro! :-(
 
Ma tutta la stanchezza e lo sconforto che mi incrostavano l'anima sono scivolate via, come un mantello nero e impolverato, davanti al volto sorridente dello chef Denny Bruci del ristorante “Al Sale”, che fa parte della proprietà. Denny ci ha dato il benvenuto e ci ha condotti subito a visitare la sua cucina.
 
Ad una persona genuina corrisponde una cucina genuina. E nulla è artificiale qui a Poggio Ai Santi. Neanche l'accoglienza.
 
Lo chef ci ha preparato un menù a base di ingredienti di stagione provenienti dai terreni di Poggio Ai Santi e di produzione locale. L'olio di questo agriturismo è il più buono che io abbia mai assaggiato e mi ha letteralmente rimesso al mondo.
 
I piatti sono stati creati in base ad una lista di ingredienti biologici, integrali, vegetariani e gluten-free preparata da Michela Bramati. Il risultato sono state delle autentiche delizie da comfort food ottime per disintossicare il corpo e l'anima.
 
Ed ecco il menù (foto dei piatti sotto al testo in inglese):
- Carpaccio di rape rosse con rucola e semi di girasole
- Polenta integrale di mais e grano saraceno nelle varianti: con ceci neri, con carciofi freschi, con funghi shiitake.
- Polenta grigliata con fagioli rossi di Lucca e fagioli zolfini
- Mele caramellate con malto di riso e aceto ai lamponi
 

 .............

 
Months ago I did not have a food blog on my own. But I decided to tell you about Poggio Ai Santi in one of the first posts of my “La Reflex nel Piatto”. I'll always be grateful to Barbara Torresan and Rocco Paladino for the opportunity they gave me and the other food bloggers to stay in such an amazing place, where all the senses are immersed in a serene beauty full of joy and it is possible to can get in touch again with the simple and real good things in life.
 
It was a Saturday in April. Travelling by train from Rome to San Vincenzo had been really hard. The train was almost 2 hours late and full of very angry people (and I was among them!). I felt exausted. The last months in the city had been really enduring for me. Sleepless nights. No time to rest. Finally, after lunchtime, I arrived at San Vincenzo's train station carrying my baggage and my Manfrotto tripod. My face had the same petrified expression of a roadrunner who sees the finishing line in the distance. The other food bloggers, Barbara and Rocco were already on the spot. I had missed the first part of the meeting! :-(
 
My fatigue and deep discouragement fell completely away from my shoulders, like a heavy dark mantel made of dust, the moment I saw the smiling face of chef Denny Bruci of the “Al Sale” restaurant, that is part of the agritourism. Denny warmly welcomed me and then guided all of us to visit his kitchen.
 
Only a real genuine person can cook real genuine dishes. And nothing is artificial in Poggio Ai Santi. Welcome included.
 
Chef Bruci prepared for us a menu with seasonal ingredients produced in Poggio Ai Santi or locally grown. The extra-virgin oil of this agriturism is the best I ever tasted and put me back in the world.
 
The dishes were created using a list of gluten-free, organic, vegetarian, unrefined ingredients proposed by Michela Bramati. The result was a real comfort food good for detoxing both body and soul.
 
Here is the menu:
- Red turnips “carpaccio” with rocket salad and sunflowers seeds
- Polenta made with wholecorn flour and buckwheat served with: 1) black chickpeas 2) fresh cutted artichokes 3) shiitake mushrooms.
- Grilled polenta “fingers” with red Lucca beans and zolfini beans.
- Apple rings with rice malt and raspberry vinegar

 

 

 

I carciofi coltivati nei terreni di Poggio Ai Santi messi a mollo in acqua e limone.
The artichokes from Poggio Ai Santi's orchads are immersed in water and lemon juice.
 
 
La salsina del carpaccio di rape rosse era a base di salsa di soia, una delizia!
The redturnips carpaccio's dressing was made with soy sauce. Simply delicious!
 
 
La polenta integrale nelle sue varianti è stata servita su lastre di ardesia.
The polenta made with whole corn flour and buckwheat was served on slate dishes.
 
 
La polenta grigliata con le due varietà di fagioli. I fagioli zolfini sono quelli chiari. Il loro gusto è delicato e “burroso”, si sciolgono in bocca!
Grilled polenta “fingers” with the two types of beans. The zolfini beans are the lighter ones in colour. They melt in your mouth like butter!
 
 
Denny al lavoro sui tenerissimi carciofi di Poggio ai Santi.
Denny is cutting the delicious artichokes from Poggio Ai Santi.
 
 
Dopo aver fotografato i piatti li abbiamo degustati con grande entusiasmo. La mano che impugna la forchetta è quella di Michela Bramati. Ma vi assicuro che anch'io mi sono fatta onore! :-)
After we took pictures of the dishes we started to try them. The hand holding the fork is Michela Bramati's. You won't see mine here, but I assure you I used mine fork a lot too! :-)
 
 
Le mele, passate brevemente in padella, sono state dolcificate con malto di riso. L'aggiunta a fine cottura dell'aceto di lamponi ha aggiunto una gradevole nota acidula.
The apples, cooked briefly in a saucepan, were sweetened with rice malt. Raspberry vinegar gave them a delicious acidulous note.
 
 
Volete dare un'occhiata agli esterni dell'agriturismo? Cliccate qui e preparatevi a saperne di più su un classico della cucina toscana!
If you want to see the exteriors of Poggio ai Santi (and learn more about Tuscany traditional dishes) click here!

 

comments powered by Disqus

Seguimi

 

Cerca

 

  • Bloglovin