Fragole a colazione

23/04/2014

Fragole a colazione

 

Adoro le fragole - e tutti i frutti colorati e dolci che la bella stagione porta con sé. Se potessi, ne riempirei il frigo! Purtroppo, però, si guastano rapidamente ed è un vero peccato quando si è costretti a buttarle. Ecco allora un'idea per risolvere il problema di come impiegare la classica cassetta di fragole acquistata al mercato a prezzo scontato. Questi muffin sono ottimi per la prima colazione e (aggiungo io) se ben confezionati possono trasformarsi anche in un'originale idea regalo per una persona speciale. La ricetta è tratta da “Colazione americana - Muffins, Donuts, Pancakes & Co.” di Ilaria Stradiotti, un piccolo manuale di pasticceria del 2001 che conservo nella mia libreria.
 
Non amando la marmellata, non mi aspettavo di innamorarmi di questi muffin al primo morso. Invece le fragole aggiungono un gusto fruttato dolce ma allo stesso tempo fresco e niente affatto stucchevole. In nome di questa bella scoperta, ho allestito il set con un oggetto speciale. La gratella metallica che vedete nella foto è stata infatti realizzata a mano e su commissione da Stefano, di Atelier 57 F. E' grazie alla sua abilità che si è avverato il mio desiderio di averne una in stile brocante quasi del tutto identica ad un modello visto su Internet.
 
Ma è tempo che vi dia la ricetta (per 12 muffin).
 
Tagliate a pezzetti 1 Kg di fragole e passatene la metà al mixer con 100 gr di zucchero. Questa sarà la salsa con cui li servirete, perciò mettetela per il momento in frigo. In una ciotola, create un impasto con 300 gr di farina, 160 gr di zucchero, 200 gr di latte, 60 gr di burro ammorbidito, 2 uova sbattute, un pizzico di sale e mezza bustina di lievito. Aggiungete le fragole rimaste a pezzetti. Versate l'impasto negli stampini (o nei pirottini) da muffin riempendoli per i ¾ della capienza. Infornate a 190 gradi per 25 minuti circa. Lasciateli riposare in forno per 5 minuti prima di sfornarli.
 
Rispetto alla ricetta originale, io aggiungo all'impasto anche qualche goccia di essenza di vaniglia e preferisco gustarli senza salsa. Una volta freddi, se vorrete regalarli, inseriteli in una bella scatola di latta in stile vintage aggiungendo un bigliettino scritto a mano oppure disponeteli in bell'ordine all'interno di un classico cestino di vimini foderato con un canovaccio di lino.
 

 

 

comments powered by Disqus

Seguimi

 

Cerca

 

  • Bloglovin