Green Bistrot: il lato verde della gastronomia

25/09/2014

Green Bistrot: il lato verde della gastronomia

 

Domenica 12 settembre siamo stati al Circolo degli Artisti in occasione di Green Bistrot, manifestazione incentrata su show cooking e degustazioni proposte da alcuni tra i migliori artigiani della ristorazione e della gastronomia romana. L'affluenza del pubblico, soprattutto giovani e famiglie con bambini, ha confermato ancora una volta il crescente interesse verso il mondo vegetariano e vegan.
 
I menù presentati dai vari stand avevano una forte connotazione mediterranea. Mangiare un piatto non contenente carne e pesce o del tutto privo di proteine animali, insomma, non è qualcosa di alieno alla nostra cultura. Anzi!
 
Ed ecco alcune cose interessanti viste per voi al Green Bistrot...
 
 
Semplice e genuina la proposta di Sorpasso: Gnocchi di patate all'ortica e Gnocchi di patate al pomodoro di produzione propria. I gesti dello chef, intento a prepararli al momento, hanno fatto rivivere la tradizione.
 
 
Dal menù di Food on the Road abbiamo assaggiato il Cartoccio di patate Arinda (biologiche) cotte ad aria e accompagnate da una scelta di quattro maionesi: con uova allevate all'aperto, alla paprica affumicata, alla senape, al wasabi e in versione vegan, con latte di soia e aceto di lamponi. I venti minuti di fila per l'attesa sono valsi la pena: patate croccanti e asciutte, ottimo packaging e menzione d'onore per la maionese alla paprica affumicata.
 
 
 
Pasticceria Bompiani ha presentato un assortimento di dessert che hanno saputo unire gusto e leggerezza, tradizione e innovazione. Qui potete vedere le ultime fasi di preparazione del Gran Cocco, decorato con petali di fiori eduli.
 
 
Abbiamo assaggiato questa meraviglia e vi abbiamo trovato un solo difetto: il bisogno di tornare allo stand per fare il bis. Senza alcun senso di colpa.
 
 
Piselle-rolle è invece una rivisitazione in chiave agrodolce dei classici bignet. La farcitura è a base di crema di piselli mentre il rosso della glassa si deve alle dolci cipolle di Tropea. Vengono inoltre spolverizzati con un pizzico di polvere di sedano.
 
 
Adoro il logo di Bonci. Semplice come la farina. Rassicurante come un abbraccio. Non riuscivo a staccare gli occhi dal cartello e a smettere di sorridere. Lo stand ha proposto panini con felafel, accompagnati da salsine varie, a prezzo molto popolare e con porzioni generose. Più tardi Gabriele Bonci ha tenuto un intervento su grani antichi, cereali e farine assieme a Quanto Basta Catering e all’Azienda Agricola Poggi.
 
 
 
Aromaticus ha puntato sul “soup pret a porter” con quattro coloratissime versioni all'insegna del sapore, della salute e della leggerezza: Carota & zenzero, Zucchine & Curry verde, Finocchio & Arancia, Pomodoro & basilico.
 
Gli show cooking, affollatissimi, sono stati tenuti dalla scuola di cucina Tu Chef.
Green Bistrot ha dato inoltre la possibilità ai visitatori di partecipare al bike tour "Borgate Resistenti", a cura di Zio Bici. Un'opportunità per esplorare in bicicletta le vicine aree di Torpignattara, Pigneto e Quadraro dove stanno nascendo numerosi micro progetti solidali. Per i bambini ed i loro genitori è stata invece organizzata una lezione-concerto interattiva ispirata alla Music Learning Theory di Edwin E. Gordon. Essere vegetariani o vegani non è infatti solo una scelta alimentare, ma una filosofia di vita che si basa su una visione ecologica ed umanista.
 
Il Circolo degli Artisti proseguirà la sua offerta di eventi dedicati al food con la IV edizione di “Street Food in Circolo”, presentata da Wi.Fi Art & Sarti del Gusto, che si svolgerà il prossimo 12 ottobre.
 

 


 

comments powered by Disqus

Seguimi

 

Cerca

 

  • Bloglovin